Domenica 18 febbraio 2018 -Ciaspolata dalla Colla di Casotto (1381 m) al Bric Mindino (1879 m)

L’escursione comporta una salita di media lunghezza e dislivello contenuto fino alla vetta del Bric Mindino dove si gode di un eccezionale panorama.
L’escursione è adatta anche per i principianti all’uso delle racchette da neve. Si richiede tassativamente abbigliamento adeguato e antivento (specialmente per la sosta in vetta), scarponi, zaino, bastoncini. Consigliate le ghette.

Percorso in auto: 125 km ca. seguendo A10 fino a Savona dove si prosegue su A6 e si esce a Ceva e si prende a destra la SS 28 fino a Garessio Borgo Ponte. Qui, accanto al Rio Luvia, si prende la strada provinciale che dopo 12,5 km raggiunge la Colla di Casotto (m 1381) tra l’Alta Val Tanaro e la Valle Casotto.
Partenza secondo accordi con il coordinatore della gita (intorno alle ore 7:30) ed appuntamento alla Colla di Casotto alle ore 9.00 Percorso su neve: Dal colle alla sommità del Bric Mindino sulla quale svetta una monumentale croce di ferro alta circa 30 metri eretta a ricordo di tutti i caduti in guerra. Dalla cima il panorama è a giro d’orizzonte: verso est il Mar Ligure con l’isola Gallinara, a sud le vette più alte dell’Alta Val Tanaro, ad ovest le Alpi Marittime e verso nord buona parte della catena alpina occidentale.
Dislivello: 498 m
Pranzo al sacco
Ritorno: per l’itinerario di andata

Per chi non possiede le ciaspole si informa che in sede sono disponibili alcune paia di ciaspole che saranno assegnate prioritariamente secondo l’ordine di arrivo delle prenotazioni e CONSEGNATE secondo accordi con il coordinatore dell’escursione. Nel caso di esaurimento scorte il materiale dovrà essere noleggiato dai singoli partecipanti e la sezione contribuirà alla spesa se corredata da scontrino o ricevuta.
Gli interessati sono pregati di chiedere informazioni o comunicare la partecipazione entro Giovedì 15 febbraio a:
Paolo Piaggio via e-mail: [email protected] o cell. 3701066115
Note: possono partecipare i soci regolarmente iscritti ed è previsto il contributo alle spese di viaggio per i soci dipendenti.
Il coordinatore di gita può a suo giudizio apportare variazioni al programma dell’escursione, a seconda delle condizioni di innevamento, che verranno verificate nel corso della settimana.

Lascia un commento